Indicatore di tempestività dei pagamenti

A decorrere dall’anno 2015 le Pubbliche Amministrazioni sono tenute ad elaborare un indicatore annuale ed un indicatore trimestrale dei tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture.

In base all’art. 9 comma 1 del DPCM del 22/9/2014, l’indicatore di tempestività dei pagamenti è calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l’importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.

Il valore dell’indicatore, rappresenta il tempo medio di ritardo o anticipo del pagamento rispetto alla data di scadenza prevista.

L’ATS della Val Padana effettua i pagamenti ai propri fornitori di beni e servizi (spesa corrente) entro 60 giorni dalla data di ricevimento della fattura, fatti salvi i termini di pagamento più brevi per i contratti che lo prevedono.

Restano esclusi da tale termine i pagamenti relativi a rapporti in contenzioso e/o contestazione a qualsiasi titolo regolarmente notificati al fornitore.

 

INDICATORE DI TEMPESTIVITA' DEI PAGAMENTI

 

AMMONTARE COMPLESSIVO DEI DEBITI

 

Ultima modifica: 29/07/2021