ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
Domenica, 21 aprile 2019 06:41
HomepageHome | Mappa sitoMappa sito  
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
« Indietro | Sei in: AZIENDA > Archivio news ed eventi > Dettaglio news

Dettaglio news

Bonus Famiglia - Interventi a favore delle famiglie vulnerabili 17 gennaio 2019
Bonus Famiglia - Interventi a favore delle famiglie vulnerabili
Scadenza 30.06.2019
Regione Lombardia, con la D.G.R. n. 859 del 26.11.2018 ha riconfermato la Misura Bonus Famiglia, a sostegno della gravidanza, della natalità e dell’adozione per famiglie che si trovino in condizioni di vulnerabilità.
La misura Bonus Famiglia - Interventi a favore delle famiglie vulnerabili
Regione Lombardia, con la D.G.R. n. 859 del 26.11.2018 ha riconfermato la Misura Bonus Famiglia, a sostegno della gravidanza, della natalità e dell’adozione per famiglie che si trovino in condizioni di vulnerabilità.
La misura regionale prevede un contributo complessivo di 1.500,00 euro da erogare con le seguenti modalità:
  • 750,00 euro per la gravidanza, a seguito dell’ammissione della domanda e della stesura ed entro 30 gg. dalla sottoscrizione del progetto individuale;
  • 750,00 euro entro 30 gg. a seguito della presentazione della tessera sanitaria o certificato di nascita del neonato al Consultorio;
  • 1500,00 euro in unica soluzione, in caso di adozione. 
Per ricevere il contributo occorre che il richiedente sia titolare o contitolare di un conto corrente bancario o postale, o di una carta prepagata con codice IBAN (NO LIBRETTO POSTALE).
Requisiti e documentazione necessaria:
  • residenza continuativa in Regione Lombardia da almeno 5 anni per entrambi i genitori o del solo genitore se famiglia mono genitoriale;
  • indicatore ISEE ordinario o ISEE corrente in corso di validità, di importo pari o inferiore a 22.000,00 euro;
  • trovarsi in una delle condizioni di vulnerabilità documentabile (situazione abitativa, occupazionale, sanitaria, nucleo familiare soggetto a provvedimento dell’Autorità giudiziaria, altra situazione di vulnerabilità);
  • certificazione medico/ostetrica di figure sanitarie che operano in strutture pubbliche o private, che attesti lo stato di gravidanza e la data presunta del parto; sono validi anche i referti degli esami relativi alla gravidanza, purché datati e firmati;
  • non essere titolari di altre agevolazioni a sostegno della natalità per analoghe iniziative a livello comunale o nazionale relativa alla stessa gravidanza (es. BONUS BEBE’);
  • in caso di adozione: sentenza di adozione/decreto di collocamento del minore nella famiglia, con data non anteriore all’ 01/01/2019; 
  • scheda di avvenuto colloquio per la vulnerabilità socio-economica (non necessario in caso di adozione). 
Sono considerate ammissibili alla validazione anche le domande relative alle nascite intervenute tra l' 01.01.2019 e il 28.02.2019 al fine di consentire ai richiedenti di ottenere l’ISEE/DSU aggiornati al 2019.
La domanda può essere presentata solo dopo l’effettivo ottenimento di tale documentazione.
La mancanza di uno solo di questi requisiti dà luogo alla non ammissibilità della domanda. Qualora, in seguito ai controlli sulla veridicità delle autocertificazioni si rilevassero dichiarazioni false, il contributo verrà revocato.
Entro 45 gg. dalla comunicazione di ammissione della domanda, la famiglia si impegna a contattare il Consultorio prescelto al fine della presa in carico e della definizione del progetto personalizzato. Inoltre la famiglia si impegna a presentare il certificato di nascita o la tessera sanitaria del neonato entro 60 gg. dalla nascita dello stesso.
Modalità di presentazione della domanda: unicamente in forma elettronica mediante piattaforma regionale www.bandi.servizirl.it, allegando tutta la documentazione richiesta. La domanda di contributo può essere presentata dal 16.01.2019 ore 10.00 fino al 30.06.2019.
Ulteriori informazioni sul Sito di Regione Lombardia : www.bandi.servizirl.it
Per informazioni è possibile scrivere all’indirizzo mail : pipss.retifamiglia@ats-valpadana.it
Oppure contatti:



torna a inizio pagina  
© 2004-2019 ATS Val Padana - Tutti i diritti riservati
PEC: protocollo@pec.ats-valpadana.it | P.IVA e C.F. 02481970206
Sede legale ATS: Via dei Toscani 1, Mantova